Alcol e lavoro: cosa c’è da sapere

Posted by on Nov 22, 2016 in News | 0 comments

Alcol e lavoro: cosa c’è da sapere

Il divieto di assumere/somministrare bevande alcoliche si applica ad alcune mansioni specifiche ossia  alle attività lavorative ad elevato rischio, individuate dal Provvedimento 16 marzo 2006 della Conferenza Stato-Regioni.

Le mansioni di riferimento, ritenute ad alto rischio, riguardano l’espletamento di alcuni lavori pericolosi per i quali sia richiesto un certificato di abilitazione; gli impianti a rischio di incidente rilevante; i lavori in particolari ambienti confinati (vasche, serbatoi, etc.); le mansioni sanitarie; le attività di insegnamento; le mansioni che comportano il porto d’armi; le mansioni inerenti attività di trasporto (stradale, ferroviario, marittimo e aereo); la produzione e vendita di esplosivi; l’edilizia e le costruzioni; i forni di fusione; le sostanze esplosive ed infiammabili; gli impianti nucleari; le cave e le miniere.

L’azienda in cui sono presenti attività a rischio è tenuta, tra gli altri obblighi, ad aggiornare il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) considerando l’assunzione di alcol come possibile determinante del rischio infortunistico e richiedere al medico competente l’effettuazione dei controlli alcolimetrici secondo la procedura stabilita nel DVR.

Inoltre è opportuno adottare una procedure di verifica, incaricando formalmente dirigenti o preposti con la funzione di vigilare sul rispetto del divieto di assunzione/somministrazione di bevande alcoliche.