GDPR: addio al D.Lgs. 196/2003 dal 25 maggio

Posted by on Apr 3, 2018 in News | 0 comments

GDPR: addio al D.Lgs. 196/2003 dal 25 maggio

Approvato lo schema di decreto che adegua la normativa privacy italiana a quella europea. Le nuove disposizioni, unitamente al Regolamento UE 679/2016, sostituiranno il codice privacy che sarà presto abrogato.

Il prossimo passaggio è quello dell’invio del testo alle Commissioni parlamentari e al Garante della privacy per acquisirne i rispettivi pareri, indispensabili per la definitiva approvazione.

Il decreto persegue due finalità: quella di abrogare le norme nazionali che sono incompatibili con il regolamento UE e quella di definire i margini di discrezionalità lasciati dal GDPR agli Stati membri.

Il decreto si apre con un’ampia regolamentazione delle nuove disposizioni generali in materia di tutela e protezione dei dati personali; si occupa delle misure di garanzia per il trattamento dei dati genetici, biometrici e sanitari oltre che del trattamento dei dati relativi a condanne penali e a reati; riscrive i diritti dell’interessato.

La prima parte del decreto si chiude con una serie di norme che ridisegnano il ruolo, la funzione ed i compiti del titolare e del responsabile del trattamento; definisce i diversi mezzi di ricorso a tutela dei dati personali, delle sanzioni applicabili e dei casi in cui la violazione della privacy assume invece rilevanza penale.

Particolarmente dettagliata è la disciplina del trattamento di dati in ambito sanitario. Norme specifiche vengono dettate, poi, per l’accesso ai documenti amministrativi e per i trattamenti nell’ambito del rapporto di lavoro.

Una parte sostanziosa del decreto è infine dedicata alle comunicazioni elettroniche, per il ruolo di primo piano che rivestono nella società moderna.