Inail – Avviso pubblico ISI 2017

Posted by on Gen 25, 2018 in News | 0 comments

Inail – Avviso pubblico ISI 2017

INAIL ha stanziato per la Regione Puglia 10.053.798,00 di Euro al fine di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro. Lo stanziamento è così suddiviso:

ASSE 1 – Progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale 4.146.153,00 Euro;

ASSE 2 – Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi 1.709.328,00 Euro;

ASSE 3 – Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 2.487.692,00 Euro;

ASSE 4 – Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività 508.310,00 Euro;

ASSE 5 – Progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli 1.202.315,00 Euro.

 

PROGETTI FINANZIABILI

I progetti finanziabili:

  • devono essere realizzati nei luoghi di lavoro nei quali è esercitata l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda;
  • non possono determinare un ampliamento della sede produttiva con la costruzione di un nuovo fabbricato o con l’ampliamento della cubatura preesistente;
  • non possono comportare l’acquisto di beni usati;
  • non possono comportare l’acquisto di beni indispensabili per avviare l’attività dell’impresa.

REQUISITI DEI SOGGETTI DESTINATARI

Al momento della domanda, i soggetti destinatari devono soddisfare, a pena di esclusione, i seguenti requisiti:

  • avere attiva nel territorio di questa Regione Puglia l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di scioglimento o liquidazione volontaria né sottoposta a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria;
  • essere assoggettati e in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi di cui al Documento unico di regolarità contributiva;
  • essere regolarmente iscritti negli appositi registri o albi nazionali, regionali e provinciali.

AMMONTARE DEL FINANZIAMENTO

Assi 1, 2, 3: Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.  Il finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’Allegato 2 non è fissato il limite minimo di finanziamento.

Asse 4: Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.  Il finanziamento massimo erogabile è pari a 50.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 2.000,00 Euro.

Asse 5 (5.1 e 5.2): Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole) e del 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori). In ogni caso, il finanziamento massimo erogabile è pari a 60.000,00 Euro; il finanziamento minimo è pari a 1.000,00 Euro.

SPESE AMMESSE A FINANZIAMENTO

Sono ammesse a finanziamento le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche. Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 31 maggio 2018.

COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

A partire dalla data del 19 aprile 2018 e inderogabilmente fino alle ore 18:00 del giorno 31 maggio 2018 sul sito www.inail.it i soggetti destinatari registrati avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro di effettuare simulazioni relative al progetto da presentare; verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità; salvare la domanda inserita; effettuare la registrazione della propria domanda.

Dopo le ore 18:00 del 31 maggio 2018 le domande salvate non saranno più modificabili.

Dal 7 giugno 2018 i soggetti destinatari potranno accedere all’interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo che dovrà essere custodito dall’impresa e utilizzato nel giorno dedicato all’inoltro telematico.

INVIO DELLA DOMANDA ONLINE

Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande, saranno pubblicati sul sito www.inail.it a partire dal 7 giugno 2018.

PUBBLICAZIONE ELENCHI CRONOLOGICI

Entro 14 giorni dal giorno di ultimazione della fase di invio delle domande on line sul sito www.inail.it verranno pubblicati gli elenchi provvisori in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate con evidenza di quelle collocate in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento.

Ai soggetti destinatari, la cui domanda negli elenchi provvisori è collocata in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento, che non avranno provveduto ad inviare il modulo di domanda e la documentazione a suo completamento entro la scadenza dei 30 giorni verrà inviata, entro i 5 giorni successivi alla suddetta scadenza, formale comunicazione della decadenza della propria domanda on line.

Le risorse economiche che si rendono disponibili a seguito della suddetta decadenza saranno destinate, sempre nel rispetto dell’ordine cronologico e fino alla capienza della dotazione finanziaria resasi disponibile, ai soggetti destinatari non ammessi per carenza di fondi.

 

ANTICIPAZIONE PARZIALE DEL FINANZIAMENTO

Il soggetto destinatario il cui progetto comporti un finanziamento di ammontare pari o superiore a 30.000,00 Euro può richiedere un’anticipazione fino al 50% dell’importo del finanziamento stesso, compilando l’apposita sezione del modulo di domanda online.

 

TERMINI DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

In caso di ammissione al finanziamento, il progetto deve essere realizzato (e rendicontato) entro 365 giorni decorrenti dalla data di ricezione della comunicazione di esito positivo della verifica. Il termine per la realizzazione del progetto (e per la rendicontazione) è prorogabile su richiesta motivata dell’impresa/ente per un periodo non superiore a sei mesi.